DSCN2934

La tassonomia (dal greco ταξις, taxis, “ordinamento”, e νομος, nomos, “norma” o “regola”) è, nel suo significato più generale, la disciplina della classificazione. Abitualmente, si impiega il termine per designare la tassonomia biologica, ossia i criteri con cui si ordinano gli organismii in un sistema di classificazione composto da una gerarchia di taxa annidati.

Con le nuove tecniche di classificazione studiando il DNA, i ricercatori hanno un grande vantaggio nel capire le somiglianze e le differenze tra le diverse specie,  Linneo non poteva certo immaginare questa nuova tecnica, oggi ne sarebbe certamente impressionato dai risultati ottenuti, ma in pratica vediamo di cosa si tratta.

Tra le numerose specie viventi, la cui biodiversità è ancora da scoprire del tutto, si adotta ancora la classificazione inventata dal medico svedese Linneo, egli adottò la classificazione binomia, vale a dire che il nome latino rappresenta prima il genere e dopo la specie, nella classificazione più completa vale a dire la trinomia, il terzo nome indica la sottospecie.

Se gli organismi viventi possiedono lo stesso numero di geni, che esso sia un piccolo insetto oppure un grande mammifero, allora tutti possiedono un legame tra di loro, questo viene chiamato dai ricercatori , albero filogenetico , questo albero porta al legame dei vari organismi facendo riferimento al DNA.

Gli alberi filogenetici hanno forma di dendrogrammi. Ogni nodo del dendrograma corrisponde a un clade.

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

 

 

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.