VAZZOLA

Numerosi visitatori, provenienti da tutta Italia e dall’Europa, hanno partecipato alla 6^ edizione della mostra di pappagalli, organizzata dall’Associazione Gran Galà dei Pappagalli, a Visnà di Vazzola, nei giorni 30 e 31 gennaio. Il convegno intitolato: Caratteristiche eco-etologiche nelle fasi dello sviluppo e criteri di alimentazione nei pappagalli, tenuto dalle relatrici Sara Mainardi e Vanessa Partata, ha dato il via, nella sala Tiepolo del Comune di Vazzola, all’appuntamento di quest’anno. Nel suo intervento, la Mainardi ha illustrato la differenza tra un pappagallo allevato dai genitori ed un pappagallo allevato dall’uomo e delle sensazioni ed emozioni, che il piccolo prova, oltre ad eventuali traumi dovuti all’allevamento a mano. In conclusione si può avere un eccellente soggetto da compagnia anche se allevato dai genitori.
Nella seconda parte, la Partata ha parlato di alimentazione, come dosare semi, estrusi, frutta e verdura, e dell’importanza dei sali minerali. Sono stati evidenziati i problemi causati dai sovradosaggi.
Oltre al convegno, dopo la presentazione del presidente, si è proseguito con la valutazione, attraverso un voto per alzata di mano, di alcune sagome raffiguranti un pappagallo, donate dall’Associazione Gran Galà e colorate dai bimbi della scuola d’infanzia di S. Elena di Silea (TV), che con l’occasione hanno potuto apprendere dalla maestra nozioni riguardanti i pappagalli. E’ stata poi redatta una classifica per i primi tre e a tutti i bambini sono stati consegnati dei diplomi di partecipazione.
L’iniziativa è stata anche l’occasione che ha portato il presidente a far visita alla scuola, nei giorni successivi, portando con sé un lorichetto arcobaleno, che i bimbi hanno potuto accarezzare. Tante le curiosità e le domande sul tema rivolte dagli alunni.
Apprezzamento e soddisfazione per il lavoro svolto dall’Associazione sono stati espressi dal vice sindaco di Vazzola, Zaia, che ha sottolineato quanto la passione sia alla base della cultura, della conoscenza e nello specifico dell’allevamento dei pappagalli.
Nel corso della manifestazione di domenica 31 si sono potuti ammirare pappagalli provenienti da tutte le parti del mondo, specie anche molto rare, come il parrocchetto del Malabar, ara, cacatua, amazzoni e molte altri, alloggiati in voliere con arricchimento ambientale, per sfondo una gigantografia che evidenziava la zona d’origine dei pappagalli esposti. Molti gli espositori, giunti da varie parti d’Italia, compresa la Sicilia e vari i commercianti di prodotti legati al mondo dei pisttaciti. Per l’occasione, numerosi sono stati gli appassionati che si sono iscritti all’associazione.
All’interno della mostra, è stato ospitato un tavolo dell’associazione ADVAR, sorta nel 1988, che si occupa di malati terminali di tumore.
Un ringraziamento particolare va a tutti i soci che hanno contribuito all’organizzazione e al buon svolgimento dell’iniziativa.

Maurizio Bavaresco

 

Una breve sintesi delle fasi salienti delle due giornate al Gran Galà dei pappagalli. per altre foto guardate la pagina facebook :

facebook

Altro link interessante di un nostro socio Zoli Daniele ha pubblicato un riassunto notevole.

i pappagalli di Daniele Zoli

IMG-20160201-WA0011[1]
IL TAGLIO DEL NASTRO
IMG-20160129-WA0002[1]
LAVORI DELLA SCUOLA
IMG-20160131-WA0012[1]
CONVEGNO RELATRICE DOTT.SSA. SARA MAINARDI
IMG-20160131-WA0022[1]
CONVEGNO RELATRICE DOTT.SSA VANESSA PARTATA
IMG-20160130-WA0002[1]
UNA DELLE 20 VOLIERE ESPOSTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.