DSCN3304

In questo periodo iniziano le mostre ornitologiche, alcuni consigli per chi frequenta queste manifestazioni.
I pappagalli sono particolarmente sensibili al cambio di abitudini e luoghi, portare un giovane pappagallo che non ha mai provato una gabbia da mostra per 4- 5 giorni in luogo chiassoso e con cambio di alimentazione e persone può risultare devastante per questi sensibili uccelli.
Se invece il soggetto viene preparato con cura in anticipo, non soffrirà minimamente, regalandoci grandi soddisfazioni.
Per prima cosa deve conoscere una gabbia da mostra, queste sono di norma chiuse sui tre lati lasciando il frontale come unica apertura, sono di colore bianco e con 2 posatoi.
Si differenziano in tre misure, la 1 per piccoli parrocchetti ed inseparabili, la 2 per i media taglia e la 3 per i grossi conuri e pappagalli.

Copia di DSCN5407
La cosa migliore è di procurasi qualche gabbia adatta e provare a mettere dentro il soggetto per qualche giorno, lasciandolo nel suo ambiente, ad esempio dentro la sua voliera o stanza, bisogna anche spostare la gabbia più volte al giorno, magari da persone diverse, mettendola a varie altezze, questo è il migliore sistema per imitare una normale esposizione.
Se questa pratica viene provata qualche mese prima delle esposizioni e ripetuta più volte, l’animale si adatta facilmente al nuovo ambiente e ben presto sarà perfettamente a suo agio.
Non provate a portare nessun soggetto che non abbia provato questo metodo di esposizione, il trauma potrebbe essere molto pericoloso per la sua salute.

DSCN5409

Un particolare importante è di portare con noi un po’ di misto semi che usiamo abitualmente, le miscele usate nelle mostre a volte sono di qualità scadente o completamente diverse da quelle che usiamo, il cambio di alimentazione graduale sarà meno sentito.
Prima di immettere il nostro pappagallo, prepariamo semi ed acqua, mettendo le vaschette lontano dai posatoi, spesso gli animali sporcano dentro, se sono alle estremità questo risulta più difficile.
Spruzzare con un vaporizzatore un po’ d’ acqua senza esagerare farà in modo da calmare il soggetto dopo averlo ingabbiato.

Di norma il giorno dell’ ingabbio avviene il giorno prima del giudizio, fino al compimento di tutte le operazioni, non si può controllare gli animali ed intervenire, le persone responsabili dovrebbero trattare bene i pappagalli, ma a volte il gran numero di soggetti esposti rende impossibile curarli bene tutti.
Segue…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.