giro calo 026

Un comportamento corretto che dobbiamo tenere quando la coppia inizia la riproduzione  per non disturbarla oltre misura è di garantire la privacy quando inizia a covare.

Spesso ci facciamo prendere la mano dall’entusiasmo quando vediamo il primo uovo deposto e trascuriamo una cosa molto importante,  in natura gli uccelli scelgono con cura il sito di nidificazione e le strategie che adottano per sfuggire ai predatori sono straordinarie, l’ altezza, la tranquillità, la protezione contro gli agenti atmosferici ed altre piccoli accorgimenti che fanno la differenza  sul risultato della covata, l’esperienza  è fondamentale per formare un buon riproduttore, ma anche il nostro comportamento è altrettanto fondamentale.

Il procedimento è abbastanza semplice, visto il primo uovo, si segna la data, questo serve per avere un quadro anche per l’anno a venire e per contare i giorni di sviluppo dell’embrione,  non bisogna più disturbare la femmina per tutto questo periodo, possiamo fare tutte le nostre operazioni di mantenimento,  ma evitiamo le pulizie del fondo o peggio lavori di costruzione o di ristrutturazione, i rumori non normali sono molto dannosi e disturbano in modo impressionante.

Trascorsi i giorni che determinano la schiusa, non è ancora tempo di controllare, aspettiamo ancora una settimana ed è sufficiente ascoltare dall’esterno del nido per sentire se sono nati i piccoli, il pigolio si sente benissimo ed aprire il nido in questo momento delicatissimo è molto dannoso, se vediamo la femmina fuori dal nido possiamo azzardare una sbirciata, lentamente questa operazione si potrà aumentare di intensità fino ad aprire normalmente il nido anche diverse volte al giorno, la coppia avrà imparato che non siamo predatori, ma degli innocui visitatori.

Questa operazione di controllo sarà sempre seguita da una leccornia, una sorta di premio che presto impareranno a conoscere, ma evitiamo assolutamente il prelievo dei pulcini se ci vedono come dei predatori perderemmo la fiducia nei nostri confronti, ricordatevi che i pappagalli sono molto intelligenti.

testo e foto Casagrande Attilio

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.